Seguici anche su:
facebook twitter
Erboristeria

 

L’erboristeria è un’arte che risale all’antichità e si occupa di coltivare, raccogliere e conservare le piante a scopo terapeutico, cosmetico o nutritivo.

La fitoterapia (terapia consistente nell'uso delle erbe definite come droghe), parte attiva della pianta, supporta  diverse patologie, ma bisogna tenere presente che “naturale” non è sinonimo di “innocuo”. Non tutte le erbe possono essere assunte in gravidanza o allattamento. L'uso della pianta secca come tale, non è immune da problematiche derivanti dalla corretta conservazione della droga stessa, quali pesticidi, umidità, temperatura di conservazione. Per questo motivo preferiamo l'uso delle cosiddette tinture madri o macerati glicerinati, contenenti in soluzione alcolica o glicero/alcolica i principi attivi che le droghe per infusione, cedono al solvente.

E' il caso di ribadire inoltre che taluni principi attivi  contenuti nelle erbe e nei derivati sopra riportati possono avere effetti medicinali talora indesiderati, per cui, assume importanza fondamentale il consiglio del medico, del farmacista, o di persone abilitate alla preparazione e alla vendita.

Digitalis purpurea
Digitalis Purpurea, il cui principio attivo può avere un effetto tossico a livello cardiaco.